24

Fantastico! Oggi fai 24 anni.

Nel migliore dei casi sei ad un terzo della tua vita, ed il terzo migliore è già passato. Davanti a te questi trenta anni tetri, quaranta anni tetri di lavoro  inutile (dentro di te sai che tutti i lavori sono inutili, a lungo termine, anche costruire le Piramidi), il periodo in cui produci beni e servizi per questo nostro grosso formicaio di società, frutto casuale di eventi sui quali non avevi grande capacità d’ influenza , cause che sai esserci ma non metti bene a fuoco; lavori 8 ore al giorno da lunedì a venerdì, ti sposi, fai uno o due figli. La domenica vai a pranzo dai tuoi. Piano piano perdi di vista gli amici, non ti ubriachi più, non fai più le quattro. Ora hai una casa, paghi il mutuo, allevi i bambini, ti godi la loro crescita, ripensi alla tua, alle occasioni perse, a quando hai fatto  la cosa giusta, a quando quella sbagliata. Il mondo intorno cambia, piano piano, o veloce veloce. Poi arriva l’ età che vai in pensione. Allora comincia l’altro terzo bello della vita. Tempo libero, di nuovo tanti posti da girare. Ma figurati! Fra quarant’ anni, ammesso che non ci siamo ancora estinti, non c’è più niente da vedere. Tutto il mondo sarà una pozza marrone o grigiastra. Fanculo. Ma poi non è detto manco che ci arrivi così lontano, a ben  pensarci. Già hai la visione di te, fra qualche tempo, sotto un camion mentre un giorno come tutti gli altri attraversi la strada, e muori senza sapere che sei morto. O peggio, ti viene uno di quei tumori sfiguranti e dolorosi, alla schiena, o chennesò, la leucemia, queste cose che ti spengono lentamente, ti debilitano, ti abbruttiscono piano piano sopra un letto di ospedale e di te lasciano solo un guscio vuoto che non ha altro a cui pensare se non che sta diventando un guscio vuoto e poi dici: ” Datemi una bella dose di morfina, e grazie” ma poi arriva Giuliano Ferrara che impedisce di dartela che Gesù non vuole di qua e di là, e che l’ eutanasia viola la sua coscienza e tanti saluti, altri due o tre mesi del cazzo in più di cui facevi volentieri senza, passati, quando sei lucido, a sperare che a Giuliano Ferrara gli venga la stessa malattia che ci hai te. Ma poi forse non ha tutta sta importanza il quando, tanto come finisce la tua storia personale già lo sapevi da sempre, mega spoiler, nessun colpo di scena, mai, per nessuno mai,  miliardi e miliardi di persone come una biblioteca sterminata che contiene solo copie del più prevedibile dei gialli in cui il colpevole è il maggiordomo. La fine la sai : sotto la terra, ti chiudono dentro una cassa di legno, non è che esci, che ti indultano, ritieni, ma loro ti chiudono lo stesso là sotto, ben bene.  E qui finisce la tua storia personale come essere pensante che magari riteneva anche di avere un qualche significato.

La tua storia come oggetto, come corpo, quella però è ancora all’ inizio. D’accordo, cominci a squagliarti, a perdere qualche pezzo. Ma se ti sei tenuto bene, se il tizio che ti ha sistemato quando tu ormai non potevi più fare niente sapeva il fatto suo, allora beh, come oggetto puoi arrivare ancora molto lontano. Già ti pensi, con un po’ di ragionevole orgoglio, di essere ancora lì fra 5000 anni a digrignare i tuoi denti neri sotto alla tua pelle secca  e marrone a far vedere alla gente del futuro com’ era essere te, nel tuo tempo, e sei un oggetto molto prezioso che la gente va a vedere apposta nei musei, a fissarti nelle orbite nere e vuote, come quelle delle mummie o dell’ uomo di Similaun o come si chiamava lui. Ma, a meno di grandi sconvolgimenti tellurici, un giorno, molto prima di quanto ti aspetteresti,  ti toglieranno dalla bara, e faranno magari a cambio tra quello che resta di te con uno che è appena all’ inizio del viaggio che porterà gli altri esseri umani a dimenticarsi che sia mai vissuto. Ora ti domandi, ti chiedi in quanto tempo la memoria di te come persona svanirà. Hai già realizzato che bene o male la vicenda di te come oggetto non è ancora finita. Ma quello che hai fatto? Chi eri? Chi amavi? Cosa ti faceva ridere e cosa incazzare? 

Ti metti a fare due conti:  sai di non essere un personaggio storico importante o un re, o un santo (ma sai che anche la memoria di tutti questi granduomini prima o poi sparisce, tranquillo), e che insomma sei una cazzo di persona normale, con qualche amico, una famiglia che ti vuole bene. Così, facendo un piccolo calcolo, se avrai anche dei nipotini, concludi che il tuo ricordo non dovrebbe scomparire del tutto fino a quando ci sono ancora in vita almeno quelli che ti hanno conosciuto: altri 70 , 80 anni al più tardi. (se va bene e i tuoi discendenti non hanno troppe cose a cui pensare nel mondo scadente che hai lasciato loro in eredità, ovvio). Probabilmente il tuo corpo rimarrà comunque in giro per più tempo. Certo, a meno che la bara non si rompa prima, ma forse quasi quasi ti auguri di sì, in fondo, che di farti mangiare dai  vermi non è poi una idea così cattiva, è come se rinasci in un altro essere vivente, un po’ verme, un po’ fiore, un po’ erba e pensi che non è poi tanto male ritornare in giro in quel modo e qui sopra la Terra, sotto forma di materia, materia vivente. Ti mette allegria (anche se sai che un giorno il Sole si porterà via tutto il nostro piccolo pianeta).

Buon compleanno Ankou.

Annunci

19 risposte a “24

  1. sì, vabè, ma vaffanculo allora………..

    (anzi, http://www.affanculo.org/)

    io cmq il primo shock l’ho avuto ai 25, non so, l’idea del quarto di secolo forse…

    AUGURI ANKOU!!!!

  2. Non ho ancora letto il post…però gran bella cosa postarlo il 22 🙂 (scommetto che l’avevi pronto da 6 mesi ed hai aspettato mezzanotte: peccato che l’orario di wordpress sia diverso da quello dei comuni mortali che vivono col fuso orario di roma :-))

  3. Boh…sì…shock avuto a 21…pensa che probabilmente il mio corpo verrà bruciato dai miei figli per risparmiare sul funerale….comunque sia AUGURI A!!! 100 DI QUESTI GIORNI!

    p.s.:stasera si fa qualcosa? (usiamo di nuovo il blog per farci anche i cazzi nostri!)

  4. Dopo questa ondata di ottimismo e positività
    non posso che dirti “Dont Panic”!

    AUGURI!

    Io cmq vorrei che le mie spoglie sotto ghiaccio fossero spedite nello spazio, nelle speranza,seppur remota, che mi trovino degli alieni super-cazzuti che riusciranno a clonarmi e a riportarmi in vita!!
    E magari tornare sulla terra ormai deserta e fondare una nuova stirpe di umano-alieni dove sarò ricordato
    per sempre come “IL FONDATORE”.

    Vabbè torno a lavorare…

  5. io per salvarmi dall’angoscia cerco di considerare la questione dal punto di vista chimico (tanto per cambiare). l’idea di condividere un giorno i miei atomi per far nascere magari un qualche essere vivente mi fa sentire decisamente meglio, vuol dire che non è tutto inutile, anche se inutile è sicuramente gran parte di quello che facciamo in vita, sono solo modi per ingannare l’attesa dell’inevitabile…
    ma comunque
    AUGURI ANKOUUUUUU!

  6. Ed auguri! (anche se m’ha preso una depressione, ma una depressione… :P)

  7. tanti auguri ankou6!

  8. me lo potevi dire ieri che oggi sarebbe stato il tuo compleanno! auguri di buona fine del primo (e migliore) terzo della vita!

  9. Uhm…. giornatina uggiosa? Quoto morph e gli alieni supercazzuti e mi accodo per gli auguri!

  10. Malgrado belgrado, l’america e bush.. auguri

  11. penso di essere in ritardo per gli auguri… 😦
    vabbè auguri lo stesso!!! 🙂
    post un po’ angosciante ma dopotutto mi ha cmq divertito l’idea del “mega spoiler”! Però io sono dell’idea che, come nei film (anche quelli porno), non è il finale quello che conta!

    p.s. grandi baustelle!

  12. Grazie! Però
    perchè grandi Baustelle?
    Inoltre non sono d’accordo:nei film porno la fine E’ sicuramente la parte più importante..non come i primi 10 minuti di trama che non hanno senso!

  13. Già perchè grandi Baustelle? (P.S.: soprattutto dopo averli visti lo chiedo ancora più a gran voce)

  14. “Malgrado belgrado, l’america e bush..” è un pezzo di una loro canzone (“La guerra è finita”)!
    A me piace la trama nei film porno!!! Li guardo soprattutto per quello.. cioè… non li guardo eh… dovessi guardarli li guarderei per la trama…

  15. bartolomeobatida

    pensa che io il 26 dello stesso mese ne ho fatti 43

  16. Non farei volentieri a cambio :-p

  17. bartolomeobatidailbianco

    ciò è sintomatico di buon senso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...