Lo Zen e l’ arte di eludere i Marxisti-Leninisti

Settembre tempo di università. Per le molte matricole che quest’anno cominceranno il periodo più dissoluto della propria vita ho deciso di scrivere una piccola guida che li metta in guardia da una delle più grandi insidie della vita universitaria : i marxisti leninisti.

Marxisti Leninisti: chi sono

I Marxisti leninisti sono una specie sociale molto diffusa nelle città che ospitano una sede universitaria. La loro nicchia ecologica è la strada davanti agli edifici
dell’università.Non crediate che, solo per il fatto di esservi iscritti a geologia i
Marxisti leninisti snobberanno di piantonare il vostro edificio…essi sono OVUNQUE vi sia anche un solo universitario che potrebbe teoricamente convertirsi alla causa.
Formalmente l’attività dei Marxisti Leninisti è legata a quella dell’omonimo partito politico
extraparlamentare( partito Marxista Leninista italiano). Il PMLI sostiene una nutrita serie di posizioni che a prima vista potrebbero sembrare assurde o grottesche, a partire dallo stesso simbolo del partito sul quale campeggiano in ordine i volti di Marx,Engels Lenin e, un po’ a sorpresa, Stalin e Mao Zedong. Questa scelta di continuità con due persone che sono ricordate rispettivamente come primo e terzo peggiore sterminatore di massa che il secolo passato ricordi (Pol Pot è quarto, quindi non trova giustamente posto sulla bandiera Marxista Leninista) può lasciare perplessi; altrettanto straniti fa restare il motto ” Coi Maestri Vinceremo” che all’uomo della strada può suonare abbastanza minaccioso.
I Marxisti Leninisti sono dei veri fan sfegatati di Mao, di cui citano, ogni qualvolta è possibile, le frasi ed il pensiero. Sostengono che dopo la morte di Stalin il comunismo in URSS sia diventato Borghese (seconda parola anatema del pensiero
marxista leninista) e che in seguito solo la Cina di Mao avesse ancora lo slancio Marxista
Leninista che ci voleva. Dopo la morte del grande timoniere non è rimasto nessuno.Per chi se lo chiedesse anche Cuba e la Corea del nord sono regimi borghesi per un marxista leninista.
In ogni caso non è questa la sede per esaminare le basi ideologiche dei M.L. , ed in questa
circostanza ci limiteremo a definirle spiazzanti. Il vero pericolo dei M.L non è dato dalla
loro confusa ideologia post-sessantottina (in giro riesce ad esserci di peggio), bensì dal loro formidabile apparato sociale e riproduttivo:“il comunismo da Testimoni di Geova.”

bandieraml.gif

Marxisti-leninisti: abitudini e riproduzione
I Marxisti Leninisti stanno sempre fuori dalle università per tentare di carpirti il numero di telefono, l’indirizzo, per convincerti a partecipare a qualche improbabile riunione sullo stato della rivoluzione mondiale. Spesso tentano anche di venderti il loro giornale “Il Bolscevico”. Se doveste sostenere un esame sulla storia del ventesimo secolo potreste trovare interessante (sebbene pericoloso) presenziare ad una di queste riunioni.In ogni altro caso tale eventualità va evitata ad ogni costo. I marxisti leninisti sono collegati tra loro da un’unica mente marxista leninista che gestisce le loro azioni e i loro pensieri con burocratica precisione. E’ importante ricordarsi che parlare con un M.L. è come parlare con TUTTI i M.L.
Come si diventa Marxisti-Leninisti? Il primo passo è accettare di discutere con loro. Per convincerti a non fuggire via fanno leva sulla coscienza: “Come , non ti interessi dei problemi del mondo, dei poveri, degli operai come noi? Sei proprio egoista”. E’ così che comincia. Poi, per poter fuggire via dovrai dagli il tuo numero. E questo è il secondo errore. Ti chiameranno per mesi a qualsiasi ora del giorno e della notte ragazzi (se sei una ragazza) o ragazze (se sei un maschio) per convincerti a partecipare ad una delle loro oscure riunioni. Se lo farai per te sarà finita: la possibilità di diventare marxista leninista a quel punto sfiora statisticamente l’83 % .Una volta M.L. passerai gli anni migliori della tua vita a difendere una causa quantomeno dubbia, davanti alle scalcinate università italiane, una vita di sacrificio che ti precluderà le carriere migliori, le soddisfazioni più gioiose, ti farà rompere i coglioni ad un sacco di gente, ti farà picchiare dalla polizia , dai fascisti, da quelli dell’UDC, dagli stessi comunisti di rifondazione. Tutti ti odieranno. E la tua causa non ha NESSUNA possibilità, è da quasi ottanta anni che non ha più NESSUNA possibilità di vincere.

A questo punto sorge un pensiero : ma i marxisti-leninisti che lavoro fanno? Come fanno a campare? Sono effettivamente studenti universitari? A queste domande si può rispondere solo con un assordante silenzio.

borgs-3.jpg
Nella foto un assembramento di M-L

borg-hugh.jpg
Abbigliamento tipico del M-L

Marxisti leninisti: come fuggire il pericolo

Entriamo nel vivo della nostra guida: i 4 metodi più efficaci per evitare che i Marxisti Leninisti attacchino bottone con te quando vai in università. Questo, lo ricordiamo, è l’unico metodo sicuro per impedirgli di mettere in atto il loro collaudato sistema di infezione.

A) I Marxisti Leninisti non possono entrare nelle università. Esiste una specie di barriera magica che rende i Marxisti Leninsti fisicamente impossibilitati a varcare i fatidici cancelli delle università- come i vampiri nelle case in cui non sono invitati. Il modo più semplice per eliminare dalla propria giornata il pericolo marxista leninista è fingere interesse al loro approccio, ma continuare a camminare. Quando si varcherà il fatidico punto di non ritorno lo sventurato Marxista Leninista comincerà ad arrancare, ansimare, ed alla fine si fermerà cercando di trattenerti. Ma sarà tutto inutile, l’inganno svelato e potrai andartene lasciandolo lì come un fesso.
B)Dare un numero di cellulare inventato ai Marxisti Leninisti. Ci Sono diverse scuole di pensiero sulla possibilità che questo stratagemma sia realmente efficace per scongiurare il contagio proprio od altrui. Per prima cosa c’è il rischio che il Marxista Leninista si colleghi con l’unica mente collettiva dei marxisti leninisti ed essa gli suggerisca di provare a chiamarti sul momento, per vedere se il numero è giusto. Una volta scoperto l’inganno diventa tutto molto più pericoloso. Dare un numero vero, specialmente di una persona che vi sta antipatica potrebbe sembrare una soluzione elegante, ma qui il problema è che si corre il rischio di far aumentare l’infezione – e che un giorno vi potreste trovare davanti la persona di cui avete incautamente dato il numero in maniche di camicia e cravatta con una copia de ” il Bolscevico ” in mano. Disastroso se la persona in questione era un vostro amico, Definitivo se era un vostro coinquilino.

C)Ci sono due frasi che se dette al marxista leninista lo fanno cadere in profonda prostrazione, parole magiche che vi consentono di sovraccaricare il cervello del M-L e quindi di rendere temporaneamente nullo il contatto tra lui e l’unica mente dei Marxisti Leninisti. La più semplice è ” Ma la tua ideologia è già stata giudicata dalla storia”. Una bomba devastante di sicuro effetto che ricorderà al marxista leninista che la sua causa ha già perso molto, moltissimo tempo fa e che lui non è altro che un patetico relitto del tempo che fu. Egli si fermerà , tituberà un attimo, e voi potrete sfuggirgli. Siate veloci! Presto l’unica mente dei marxisti leninisti riuscirà a recuperare il contatto e resettare dalla mente del malcapitato le ultime parole che gli avete detto, e se ciò è impossibile ucciderlo all’istante con una crisi epilettica- per evitare che il concetto si propaghi agli altri marxisti leninisti creando nella loro struttura ad alveare un contagio del pensiero con effetti potenzialmente devastanti per la loro società collettiva.

D) La parola più terribile, l’insulto più grave che voi possiate mai rivolgere ad un marxista leninista è “Trotskista”. Il trotskista per il marxista leninista , nella migliore tradizione del comunismo autolesionista, è il PEGGIORE NEMICO. Rappresenta il dissidente, quello che si è piegato alle logiche del capitale, quello che ha tradito la causa della rivoluzione in un solo paese. Sentirsi accusati di aver tradito la rivoluzione da qualcuno che pensa quindi di essere un più fiero comunista dei M-L, tanto da considerarli dei falsi comunisti, è troppo per la mente di uno di questi sventurati. Il cervello si sovraccaricherà fino ad esplodere tra schizzi di sangue, e il danno si propagherà subito a tutti gli altri marxisti leninisti presenti facendo esplodere anch’ essi. L’unica mente dei marxisti leninisti si troverà a dover affrontare una minaccia terribile che corre sul filo del collegamento mentale di tutti i marxisti leninisti d’Italia. Non è raro che , nel disperato tentativo di evitare il devastante contagio l’unica mente M-L faccia morire tutti i marxisti leninisti della città in cui è stato pronunciato l’inaudito insulto. E’ stato teorizzato che se cinque persone in contemporanea in diverse città accusassero un marxista leninista di essere troskista la rete neurale collettiva M-L si sovraccaricherebbe a tal punto che tutti i marxisti leninisti d’Italia morirebbero nello stesso istante. In ogni caso questa è per ora la soluzione di estrema emergenza, in quanto il partito Forza Italia pone il veto ad usarla, sapendo che tra i marxisti leninisti di oggi ci saranno molti dei suoi deputati e senatori di domani.

Sperando che questa guida vi sia stata utile, vi raccomando di combattere l’infezione M-L in ogni forma in cui si presenti.Insieme possiamo vincere!

Prossimamente:

Scoprire ed ostracizzare i giovani di Comunione e Liberazione.
Far sentire i giovani di Forza Italia gli sfigati che sono.
Convincere i sudditi di Beppe Grillo che egli non è la Via , la Verità e la Vita.

Annunci

64 risposte a “Lo Zen e l’ arte di eludere i Marxisti-Leninisti

  1. Sorge una domanda… ma sei ossessionato dai marxisti-leninisti? 🙂 A parte tutto, mi pare una descrizione eccellente, anche ai miei tempi erano così!!!!!!!! L’immutabilita’, a volte, fa questi scherzi…

  2. essi sono un pericolo che va affrontato!come i dinosauri riportati in vita dall’ingegneria genetica

  3. ma è davvero la loro bandiera?!?!?!?! poverini!!

  4. Ma sono gli stessi di lotta comunista? Se è così sappiate che la mia facoltà è talmente scrausa che li lascia pure entrare, per cui quando vai alla macchinetta a prenderti un caffè e chiacchieri del più e del meno spesso ti senti un “vuole un giornale comunista?”…

  5. Da noi vive la sottospecie Lotta Continua (non so da dove prendano le origini) che mi perseguita da quando ero un felice pischello liceale di 15 anni… all’epoca gli lasciai il mio numero, andai ad una loro riunione dal titolo “Sviluppi socioeconomici nel nuovo millennio: la Cina è vicina!”. Un’esperienza che mi lasciò gravi ferite nell’anima, e da allora vivo come un fuggitivo: si appostano davanti alla mia facoltà (che rappresenta il “cuore rosso” dell’ ateneo) per appiopparmi il giornale “Lotta continua”, e per togliermeli dai piedi devo dirgli che la storia li ha sconfitti, che mi fanno pena e che vorrei non vederli mai più e che sono in ritardo per la lezione (tutto sempre vero).
    Una giovanissima attivista si è addirittura presentata al mio uscio di casa implorando denaro per comprarsi un tozzo di pane, e lì il mio cuore tenero si è ammorbidito, così l’eterna lotta tra me e loro ricomincia sempre…

  6. Cacchio! Il partito marxista leninista è stato fondato a Firenze! Non lo sapevo! Ecco perché le vie sono piene dei loro manifesti (specialmente per gli anniversari delle nascite/morti dei vari Lenin Marx Ho Chi Min Stalin Mao…) Però non sono loro che mi perseguitano…a pensarci bene non ho mai visto nessun militante del partito marxista leninista!

  7. quella che c’è a firenze è una degenerazione endemica. Sono comunque tutti collegati dalla stessa unica mente.

  8. Io dò sempre lo stesso numero falso e per ora ha sempre funzionato. Suggerirei altri 2 metodi: 1)dare un nome falso in modo che quando si venga chiamati si possa dire che qualcun altro li ha dato un numero falso 2)dire che il volantino e il numero sia stato dato il giorno prima.

    E comunque Beppe Grillo è la Via.

  9. 🙂 e la verità e la vita?
    Il metodo del nome è buono – però tenteranno di convincerti lo stesso x telefono! quello dei volantini potrebbe essere scoperto se il marxista leninista si collega mentalmente all’unica mente dei marxisti leninisti per controllare se quello che gli dici trova conferma con i ricordi del giorno precedente di tutti i marxisti leninisti dello stato

  10. Fascistelli nemici del popolo e del proletariato che non siete altro! Si vede proprio che votate rifondazione! Il PMLI è la via! E poi bisogna dire che quei borghesucci lotta comunista ci azzeccano sempre con le loro previsioni da cassandre! Evviva i punti esclamativi!

  11. sei solo un trotskista!non sei un vero guardiano della rivoluzione!se tu lo fossi avresti scritto un commento in russo ad esempio, o ti seresti fatto esplodere con i server di WordPress per impedire a qualcuno la lettura del mio articolo! riflettici, mentre ripensi la tua via d’accesso al vero comunismo!

  12. Io sono trotskista! W Trotsky! W me! W i punti esclamativi! Aaaahhhhhh!

  13. e se dici “Trotskista” a un fan di Beppe Grillo cosa succede?

  14. che Beppe Grillo raccoglie tre milioni di firme contro di te!

  15. “Trotskista” lo sarai tu e tutti i borghesucci piccoli piccoli che ti circondano. Quanto alle tue insinuazioni sul mio non essere sufficientemente rivoluzionario sono assolutamente prive di fondamento, e posso spiegarti il perché. Non mi lancio in stupidi e facili attacchi contro wordpress e lascio i tuoi scritti visibili alle masse proletarie e protorivoluzionarie del pianeta perché punto a distruggerti sul piano dialettico, dimostrando l’infondatezza delle tue tesi controrivoluzionarie e borghesi. Il tutto è facile alla luce dei metodi e delle prassi tipici della corretta analisi dialettica attingendo a piene mani dall’ermeneutica cattoveteropartenopodadamarxista-insurrezionalista così come teorizzato nella 26 assemblea preparativa del 14 congresso speciale del PMLI in cui Gennaro ‘a Bomba e Peppiniello Engels Esposito decretarono l’insussistenza delle tesi di guardia della rivoluzione utilizzando l’argomento logico-dialettico-teoretico dell’insussistenza colitico-marxista. Hai capito borghesuccio? E prima di azzardarti nuovamente in tali voli dialettici, e pindarici, pensa prima a ciò che scrivi.
    Borghesuccio.

  16. malaerba, ti sei guadagnato una mia calorosa stretta di mano (virtuale). Il tuo discorso fila come una cannoniera.

  17. Eh Eh! E’ bello non essere l’unico a dare del borghesuccio ad ankou…

  18. Mi hai scoperto! Ho pure aderito alla quarta internazionale! Compagno, ti dico che la rivoluzione in un solo paese è destinata a fallire. Combatteremo e moriremo per fare ovunque la rivoluzione, anche contro voi marxisti da operetta, panciafichisti e paciafondai, buoni solo per parlare di aria, che verrete spazzati via dalla classe operaia quando si renderà conto che non servite più la causa, che non l’avete mai servita. Puoi chiamarmi borghese, ma il vero borghese è chi, credendo di aiutare la rivoluzione, smette di compierla. Concludo con una citazione che rivela la mia incrollabile determinazione :

    “Quali che siano le circostanze della mia morte, io morirò con la incrollabile fede nel futuro comunista. Questa fede nell’uomo e nel suo futuro mi dà, persino ora, una tale forza di resistenza che nessuna religione potrebbe mai darmi… Posso vedere la verde striscia di erba oltre la finestra ed il cielo limpido azzurro oltre il muro, e la luce del sole dappertutto. La vita è bella. Possano le generazioni future liberarla di ogni male, oppressione e violenza e goderla in tutto il suo splendore.”

    Queste sono parole degne di essere pronunicate, non gli elogi di Mao!!!

  19. ah! Ragnarok:
    guarda che ” borghesucci piccoli piccoli che ti circondano” sei tu!

  20. Più che borghesuccio io sono un meschinetto

  21. un meschinetto piccolo piccolo!

  22. @ ankou6: borghesuccio, pensavi che mi fossi dimenticato di te? Si vede che le mie parole sortiscono su te un qualche effetto, perché mi hai risposto con un copia e incolla di frasi celebri, bravo hai iniziato lo studio dei classici! Borghesuccio!

  23. lotta comunista non è il pmli sono due cose totalmente opposte cretini. lotta comunista (quella che cerca di invitarvi a degli incontri di politica internazionale mentre voi senza un cazzo da fare vi aggirate tra il bar e l’aula “studio”) non è nè stalinista nè maoista. proprio non capite un cazzo

  24. Ma allora cosa siete? Cosa fate? E perchè ve ne andate in giro vestiti da borghesucci? Ma soprattutto…cosa fate nella vita che siete sempre in giro a vendere giornalini???

  25. SE SIETE TANTO CURIOSI ENTRATE IN UN CIRCOLO OPERAIO INVECE DI PASSARE LE ORE A FARVI DELLE GRAN SEGHE SU INTERNET. ALMENO CONOSCERETE QUALCHE BELLA RAGAZZA

  26. Boh…che dire…il commento di SEAT – nel mio caso – è azzeccatissimo -.-
    Ma non ne terrò conto e gli dirò “Non me ne frega un cazzo di entrare in un circolo operaio per parlare di quanto era bello&bravo Che Guevara e per tenersi informati se oggi bisogna scendere in piazza a favore o contro Bertinotti! Hai capito, buzurro?”

  27. Io volevo sottolineare che partecipo solo alle riunioni dei circoli per la libertà di noi ricconi hai capito brutto operai pezzente che se fosse per me in miniera saresti,tu e i tuoi figli con un tozzo di pan scubbo e basta altro che. Dicevo? Ah si! Libertà! libertà! libertà! di fare il cazzo che ci va.
    Inoltre, perchè mai una bella ragazza dovrebbe frequentare un circolo VERAMENTE operaio? riflettici.

  28. Pan scubbo e aiga da funtana! E candu ti te descii va a vuà u to barì cien de merda!

    (Pane senza niente ed acqua di fontana! E quanto ti svegli va a svuotare la tua lattrina piena di merda)

    Libertà di insultare tutto e tutti senza particolari motivi! Siiiiii!!!

  29. quelli di lotta comunista non sono guevaristi deficienti. quanto alle belle ragazze…è pieno!

  30. quelli di lotta non sono guevaristi. e comunque è vero che ci sono un sacco di belle ragazze

  31. Bah…sta discussione – come mi aspettavo – è scesa nel triste…ci manca poco e qualche buzzurro comincierà a scrivere roba tipo “comunisti o no: w la fica!” e così via…bah…

  32. è come scientology!

  33. Ciao! Sono un simpatizzante si LC.
    Davvero fantastica questo “Zen è l’Arte di eludere i Marxisti-Leninisti”. Mi hai piegato dalle risate! Giuro.
    Le foto sono poi fantastiche… devo stamparle assolutamente. La prossima volta le faccio vedere alla ragazza che passa dal mio pianerottolo. Dove? Non importa. Quel che importa che creperà dalle risate anche lei.
    Ti ringrazio Ankou6, mi ha fatto venire le lacrime agli occhi per le risate su LC! Comunque, per rispetto non le dico da dove le ho prese, ok? Dico per te. Sennò dovremmo passare altri dieci minuti a ridere su quanto vuoto sia il tuo cevello, ah ah ah!
    Un saluto con la manina.

  34. Ci fa piacere che ti abbia fatto ridere, nonostante mi sembri di cogliere un leggero tocco di sarcasmo…una curiosità: il tuo nick si ispira a qualche modello di lavatrice?

    p.s.: Per chi non lo avesse capito: Quelli di LC sono dei poveretti, la Storia l’ha dimostrato 🙂

  35. la storia cos’è che avrebbe dimostrato? a parte che mettere LC in una prospettiva Storica è un complimento che non si merita. Vi capisco voi studentelli al di fuori delle lezioncine del prof di turno ne sapete veramente poco, ma del resto la confusione genera confusione.
    ps(quei quattro gatti morti del pmli, non hanno nessun peso politico nè nelle università nè nei luoghi di lavoro) altri invece ce l’hanno. le critiche, diffamazioni,etc, son vecchie e sempre le stesse, ma sono sempre critiche. brontolate come degli anziani

  36. o ma cos’è la sagra degli imbecilli?
    La cosa bella è che io ce l’avevo col PMLI, e ho fatto incazzare quelli di LC. Ergo, quelli di LC si riconoscono maggiormente nella figura di cui parlo nel post. Complimenti!

  37. BELLE RAGAZZE? DOVE DOVE? ^_^

  38. Che casino…e che risate. Sono tutti offesi, sia quelli di PMLI sia quelli di LC. Solo che si odiano a vicenda e addirittura sostengono che PMLI e LC sono due cose opposte, pero’ sono tutti comunisti…bah, che dire, siete fantastici. Senza contare che il miglior modo per convincere la gente ad andare agli incontri di LC finora e’ stato “venite che e’ pieno di fica”! Mi sto rovinando dalle risate, continuate e grazie a tutti! 😀

  39. Eh…come si dice in questi casi: “E’ un lavoro sporco ma qualcuno deve pur farlo” (intendo il lavoro di sfottere sti comunisti falliti)

  40. Gente venite a visitare il nostro sito! E’ pieno di fica!
    Ecco cosa succede ad affidarsi ai consulenti di mediaset…

  41. ankou6 dov’è il tuo articolo sul (non)senso di appartenenza dei giovani di forza italia?

  42. beh pensavo di scriverlo ma mi son reso conto che sarebbe stato così banale e scontato che non ne vale la pena. Voglio dire.. giovani di forza italia??? GIOVANI DI FORZA ITALIA????
    già solo l’ accostamento di parole disturba l’orecchio…

  43. su con la vita, guardate questi!!!
    http://www.rifondazionefascista.it/

  44. Fantastici! mille volti dello stesso uomo…

  45. Stavo per fare un post su quest’uomo…ma alla fine concordo con lui: apriamo le case chiuse!

  46. nn so se avete notato che capolavoro trash di cominictà involontaria è l’hompepage di quel sito!!!

  47. volevo indicarvi due spettacoli allo spazio mil di sesto san giovanni(teatro filodrammatici) che penso vi possano interessare.
    L’AUTOBUS DI STALIN e MARX A MILANO di H. Zinn, se volete informazioni visitate il sito. http://www.tieffeteatro.it
    grazie e ciao a tutti!!!!
    elena

  48. @elena: ma hai letto il genere di discorsi che si fa su sto blog???

  49. Fossi in voi segnalerei il commento di Elena come spam, sembra che voglia solo far pubblicità a quegli spettacoli, secondo me non ha neanche letto il post, figurati il blog. Tant’è vero che ha inserito il link al sito del teatro anche come suo sito personale. Non entro nel merito degli spettacoli, ma questo modo di far pubblicità non mi piace.

  50. le vostre discussioni non mi sembrano così profonde, come volete far credere. sono di sinistra e potrei dire comunista, e credo nell’assoluta libertà di espressione e parola. posso condividere con voi la mia , voluta, ‘pubblicità’ a due spettacoli che comunque ritenevo potessero interessare.forse ho sbagliato i modi e i mezzi.chiedo perdono.

    p.s. paralre di quanta figa ci sia è intellettuale?
    grazie e scusate per il disturbo

  51. profonde???intellettuali? effettivamente pare anche a me che non hai colto lo spirito…cinico piuttosto, e il cinismo è un’arte assai interessante

  52. san biorama da chissadove! hai capito perfettamente lo spirito del blog!

    @elena: le nostre discussioni sono la versiona moderna delle celeberrima “ma quanti angeli ci stanno su una capocchia di spillo?”, quindi ci dispiace di averti ingannato con un tono falsamente (e farsescamente) serio

  53. e anche il sesso degli angeli. è una questione sempre importante.

  54. ciao! mi chiamo gabriele e ho la sfortuna di abitare in una città che ospita un’università (Roma). Solo che ora questi loschi figuri hanno cominciato a girare anche per i licei. Premetto che ho sempre simpatizzato per Bakunin e quindi i loschi figuri tanto amati da questi tipi mi disgustano tanto quanto Hitler, Mussolini e Mastella…
    purtroppo oggi una di queste marxiste leniniste si è piazzata davanti all’entrata della mia scuola e stavaimportunando dei miei compagni di classe… io passavo di lì (potevo solo passare di lì) e i miei compagni da bravi amici mi hanno appioppato questa dicendole”parla con lui”.io dovevo sbrigarmi ad entrare e niente, questa non schiodava… alla fine ho finto interesse e si è giunti al fatidico momento della richiesta del numero di cellulare. Io avevo pensato di dargliene uno sbagliato, ma la fretta di dover entrare per dover evitare la sodomizzazione da parte del mio prof mi ha portato a darle il numero vero. Lo so, sono stato uno stolto… per il momento (sono passate circa 12 ore dall’infezione) ancora non si sono verificate telefonate moleste, ma temo che fra poco ne verrò inondato. Come posso fare per tirarmene fuori??? che tra l’altro io ho anche paura che uno di questi idioti si infili in un guaio tipo nuove B.R. (che non avevano riscosso le “masse proletarie” nel 77′ figurati adesso…) e si trova il mio numero lì in mezzo.. comunque la fortuna vuole che proprio per la fretta il numero gliel’ho dato di corsa senza darle il tempo di scriverlo bene (speriamo). Comunque che mi consigli di fare? io pensavo di giocarmi tutto sulla prima telefonata… cambio voce e mi spaccio per un altro dicendole che ha sbagliato numero o le passo un mio amico e le dico di dirle che ha sbagliato numero… illuminami tu per favore, sono disperato!!! aiutami tu per favore!

  55. hai tutta la nostra solidarietà caro gabriele di roma. Il mio consiglio è di rispondere, quando ti chiameranno, in questo modo: “Pronto? No, non sono Gabriele. No, non ho dato il numero fuori dall’università ecc ecc”

    Ricordati che loro non si ricordano né la tua voce né il fatto che ti hanno chiesto il numero di cellulare davanti al liceo. Buona fortuna.

  56. La tua tecnina è sbagliata, te lo assicuro perchè ho fallito facendo così: mi chiama ragazza dalla voce stupenda, io provo a tapparmi il naso e a dirle che ha sbagliato numero, ma la voce sensuale riesce a strapparmi un primo appuntamento per una loro riunione. tiro pacco. mi richiamano. dico cheho esami. mi richiamano. comincio a fare scene isteriche del tipo “vi prego! lasciatemi stare! non ho dato io il mio numero è stato un mio amico! mio nonno era l’autista di mussolini” eccetera eccetera. alla fine me ne sono liberato, ma ho dovuto dare loro un rene e una sorella

  57. hahahahaha beh per la sorella non c’è problema, così me la tolgo dalle scatole… a proposito di sorelle, che ne dite se invece appena mi telefonano per la prima volta le passo mia sorella e le dico di mandarli dove meritano? mia sorella non è lesbica (almeno per quanto ne so io), quindi la voce suadente e sensuale su di lei non dovrebbe avere effetto!
    purtroppo noi maschi ragioniamo con un altro organo, è nel nostro istinto, per questo siamo facili prede di questi trucchetti… venderemmo tutto per la prospettiva di una scopata hahahahaha

  58. Gabriele, ti è capitata una disgrazia.

    L’unico consiglio che mi viene in mente è quello di rasarti a zero e tatuarti una svastica sulla fronte ed il viso di Storace su una chiappa.

    Funzionerà.
    Temporaneamente.
    Ma alla fine ti troveranno.

    (e ti uccideranno?)

  59. tutta la mia solidarietà al povero gabriele, anch’io so come ti senti. Se ti chiamano, urla con forza nel cellulare che “se ci fosse ancora il vecchio Benito, sareste tutti in galera e avrebbero buttato via la chiave’ o altre amene varianti filofasciste…vedrai che li disgusterai a tal punto che non vorranno più saperne di te, o almeno te lo auguro.
    O alla fine ti troveranno e…
    Buona fortuna

  60. oggi alle 4 doveva esserci una delle loro improponibili riunioni vi scrivo il titolo che sto leggendo dal loro volantino “Dall’esplosione della bolla immobiliare spuntano i nuovi gnomi della finanza mondiale”… sorvolando sul titolo che già necessiterebbe di un intero articolo di giornale, oggi gli ho dato una buca clamorosa e ancora non ho avuto ritorsioni! non ho ancora il cell intasato da milioni di telefonate!!! credo che quella non lo avrà capito il mio numero di cell alla fine… fiuuu che culo per il momento, non mi resta altro da fare che aspettare… che dite, se gli confesso le mie simpatie anarchiche per Bakunin (che già nel XIX secolo reputava quelli come loro delle teste di ca**o) mi linciano?

  61. hahaha va, stavo sfogliando wikipedia che sintetizza perfettamente il concetto base: “La posizione di Bakunin (e, con lui, di tutti gli anarchici) è che lo Stato, strumento prettamente in mano alla borghesia, non può essere usato che contro il proletariato: dato che l’intera classe sfruttata non può amministrare l’infrastruttura statale, ci vorrà una classe burocratica che lo amministri. Bakunin temeva l’inevitabile formazione di una “burocrazia rossa”, padrona dello Stato e nuova dominatrice. L’uguaglianza e quindi la libertà, secondo il pensatore russo, non possono esistere nella società marxista” cioè, lui aveva già previsto molto prima come sarebbe andata a finire in tutti i paesi in cui si sarebbe tentata una rivoluzione comunista… non sarà forse che bisogna lasciar perdere il Marxismo o al limite rivederlo fondamentalmente? di fronte a tutto questo stride ancora di più la visione di questi buffoni! posso capire (ma neanche tanto) di ammirare Marx e Lenin, ma venerare gente come Stalin e Mao proprio no!!!! ci siamo scordati di praga??? dove degli studenti ROSSI hanno protestato per un comunismo dal volto umano e sono stati schiacciati dai carri armati??? o piazza piazza Tian’anmen dove la mettiamo???

  62. EHI FENOMENO!!!…NON C’E’ SOLO IL PMLI…NOI MARXISTI-LENINISTI SIAMO MOLTI DI PIU’….INFORMATI. TI ACCORGERAI CHE QUELLO CHE DICIAMO CORRISPONDE AL VERO QUANDO FINALMENTE LASCERAI LA GONNELLA DELLA TUA MAMMA E ANDRAI A LAVORARE SOTTO PADRONE!!!

    LA PROSSIMA VOLTA IL “COPIA&INCOLLA” FALLO MEGLIO!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...