M – Il Mostro Rignano

Più o meno so di cosa voglio parlare, che cosa voglio dire, solo che non so come.
Potrei partire da un fatto, tipo “In Italia l’attacco sociale alla pedofilia è fortissimo” e lì fare esempi di “suicidi” in carcere e di carriere distrutte solo per un sospetto, facendo un accenno al fatto che neppure una riabilitazione e una completa scagionatura (si dice?) dalle accuse lascia la reputazione dei sospettati intonsa.
O forse dovrei partire da una provocazione, un titolo tipo “Odiare a morte i pedofili è cosa buona e giusta”, tanto per chiarire il fatto che quelli che augurano loro “qualcosa di peggio del carcere” sono i primi a manifestare per l’abolizione della pena di morte.
Potrei citare parte del monologo del Mostro di Dusseldorf (“It’s there all the time, driving me out to wander the streets, following me, silently, but I can feel it there. It’s me, pursuing myself! I want to escape, to escape from myself! But it’s impossible. I can’t escape, I have to obey it. I have to run, run… endless streets. I want to escape, to get away! And I’m pursued by ghosts. Ghosts of mothers and of those children… they never leave me. They are always there… always, always, always!, except when I do it, when I… Then I can’t remember anything. And afterwards I see those posters and read what I’ve done, and read, and read… did I do that? But I can’t remember anything about it! But who will believe me? Who knows what it’s like to be me? How I’m forced to act… how I must, must… don’t want to, must! Don’t want to, but must! And then a voice screams! I can’t bear to hear it! I can’t go on! I can’t… I can’t… “) e dire che molti sono “solo” malati.
Potrei dire che bisogna distinguere tra pedofilia e pedofilia, visto che se la sradicassimo dalla storia perderemmo 2000 anni di poesie d’amore.
Ma tutti questi incipit non mi piacciono…non mi piacciono perchè mi costringono ad iniziare un discorso – forse una polemica – che non so come portare avanti, ma che so come vorrei concludere: vorrei concluderla con un verso che, se per alcuni denota debole indulgenza, per me denota solo grande umanità: “…se tu penserai e giudicherai da buon borghese li condannerai a cinquemila anni più le spese, ma se capirai, se li cercherai fino in fondo, se non sono gigli son pur sempre figli vittime di questo mondo“.

Annunci

10 risposte a “M – Il Mostro Rignano

  1. Il pedofilo per natura esiste.
    Siamo noi a giudicare, a decidere cos’è bene e cos’è male..per la nostra società.Mettiamo un etichetta.

    Nella società umana non è possibile tollerare ciò che fanno, sono malati? Forse. Probabilmente sono nati così o lo sono diventati per qualcosa che gli è accaduto. Sono curabili? Non lo sò.
    E’ un riflesso della società? Credo sia possibile…

    Poi rifletto..se accadesse qualcosa a mio figlio come reagirei?
    Beh probabilmente penso che lo vorrei morto…è l’animo umano..vendetta.
    Ma facendolo non diventerei un mostro anch’io? Non lo sò…probabilmente si.

    Cmq sono assolutamente daccordo che ultimamente la pedofilia è spesso tirata in ballo e strumentalizzata per ottenere altri fini..

  2. Si…appunto…NON sogniamoci di dire “i pedofili sono persone malate” ed agire di conseguenza anche perchè – si sa – per parlare di “malattia” mentale bisogna prendere tutte le precauzioni necessarie, sennò si ritorna al punto di giudicare gli omosessuali malati e di “curarli” con l’elettroshock.

  3. beh oddio io sono contro i processi a priori ma anche contro i pedofili: la pedofilia di cui parli tu è quella della cultura greco-romana, ed era un rapporto molto diverso. I pedofili di oggi sono delle bestie perchè stuprano(ed è un reato) bambini( ed è un reato odioso). quello della pedofilia è un tema davvero spinoso però (senza sbattere il mostro in prima pagina) i pedofili vanno 1 fermati e 2 se possibile rieducati.
    e questo è il mio punto di vista

  4. e il tuo post ruba i clienti dal mio!

  5. Penso che il fenomeno della pedofilia abbia avuto una storia e quindi un’evoluzione; in periodo greco-romano – come dici tu – era un’altra cosa (anche se ci sarebbero da fare alcune precisazioni, ma vabbè). Come hai ben detto è un tema spinoso e, come ho già anticipato, non vorrei affrontarne subito e direttamente la discussione, avendo ancora idee abbastanza confuse sull’argomento e non avendo ancora trovato una formula risolutiva come la tua.

  6. Per questo sei in procinto di partire per la Thailandia?

  7. e comunque io facevo un discorso d questo tipo: è vergognoso rovinare la vita a persone che hanno buona probabilità di non essere colpevoli delle azioni orrende di cui sono accusate, tu invece sei entrato nel merito delle azioni che hanno commesso e magari in un qualche modo proponi di non giudicarli troppo severamente. Facciamo due discorsi diversi.

  8. L’unica pena da far scontare ai pedofili è la castrazione chimica…

  9. Sembra che le donne siano daccordo sul da farsi…non ne ho sentita ancora una rispondere diversamente…
    Ma sarà che io ne conosco poche 😛

  10. guarda che Alice in realtà è il Nick di Calderoli!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...